Relais Masseria Casina dei Cari | Lido Marini e dintorni

Le migliori strutture: alberghi, masserie, hotels, residence, bed and breakfast a Lido Marini e nei dintorni (max 15 km di distanza)
hotel lido marini masserie hotel sul mare lido marini alberghi di lusso ( charme & design ) alberghi 4 stelle lido marini alberghi 3 stelle residence e villaggi b&b e case vacanza

Relais Masseria Casina dei Cari

SCHEDA INFORMATIVA ( Lido Marini e dintorni )


Relais Masseria Casina dei Cari




LIDO MARINI
str. Provinciale Presicce - Lido Marini
Tipo struttura: Masseria - Hotel
Posizione: periferia, in campagna a 4 km dal mare
DESCRIZIONE
Casina dei Cari è realizzata da un'antica dimora del XVI secolo, residenza estiva di Re Ferdinando IV di Borbone. Un' Antica Dimora immersa nel verde della vegetazione mediterranea.
Poco distante dal mare prende il suo nome dal suo costruttore quel Domenico Cara cassiere del Re .Ed è in quella nobile atmosfera seicentesca, che si è sviluppato una masseria in grado di soddisfare le particolari esigenze di un pubblico amante della tranquillità e di atmosfere storiche. Poco distante dal mare di Lido Marini (litorale Ionico) è in posizione ottimale per raggiungere posti della Costa Salentina famosi in tutto il mondo.

Gli ambienti comuni dell'albergo sono distribuiti tra le antiche strutture della masseria, che definiscono un piccolo borgo: una piazzetta con la fontana, un pozzo antico, i vicoletti che portano alla piscina, tutto circondato dal verde e dai colori del giardino fiorito e curatissimo.
Affreschi e mobili d'epoca impreziosiscono alcuni spazi ed il ristorante che è ospitato nella ex chiesetta della masseria.

soluzioni tra classic, superior, family e suite per incontrare le esigenze degli ospiti e arricchite con comfort superiori.
Tutte le camere hanno il bagno privato con doccia e asciugacapelli, internet, tv, telefono, frigobar e aria condizionata.
Le family hanno un piccolo giardino privato e le altre godono tutte di affacci suggestivi: sul giardino, sui vicoli e sulla corte interna della masseria (nel rispetto dell'antica struttura della masseria, alcune camere hanno le finestre in posizione più alta rispetto allo standard e non permettono l'affaccio).
Le suite sono arredate con gusto e semplicità con volte a botte, letto a baldacchino e terrazzino privato. Dotate di tutti i confort: Vasca idromassaggio con cromoterapia, bagno privato con doccia e asciugacapelli, internet, tv 43 pollici, frigobar e aria condizionata.

Servizi e utilità
La prima colazione si degusta nelle belle sale interne o piacevolmente in giardino: il buffet propone un'ampia scelta di vivande e prodotti tipici del Salento.
Gli ospiti che arrivano all'Hotel Casina dei Cari in auto, hanno a disposizione il comodo parcheggio gratuito. I servizi sono i migliori tra quelli degli hotel 3 stelle del Salento.
Servizi gratuiti
Piscina attrezzata - Biciclette (numero limitato) - Parcheggio riservato non custodito, con video-sorveglianza. - Mini parco attrezzato con parco giochi per bambini in erbetta naturale







Salentolink.com © Promozione turistica

APPROFONDIMENTI SUL TERRITORIO

Lido Marini si apre su una stupenda spiaggia con un mare cristallino, non mancano però le zone rocciose, comunque sempre basse.
I fondali di Lido Marini, con le sue secche, sono un paradiso per i sub, e per i pescatori amatoriali.
Questa piccola località; balneare è adatta a famiglie che vogliono passare la propria vacanza in un completo relax o anche a giovani che apprezzeranno sicuramente la vicinanza del posto a locali e discoteche molto rinomati. Lido Marini occupa una posizone strategica lungo la costa ionico salentina, si estende ai piedi di una delle "Serre" del Capo di Leuca, all'estrema punta meriodionale della regione .
Il territorio circostante presenta una vegetazione dominata dalla Macchia Mediterranea e dalla presenza simultanea di alcune particolarità di vegetazione miste all'onnipresente olivo.
Nella zona nord-ovest, si può scorgere la presenza di un bacino idrografico dove si trova la vegetazione tipica degli ambienti paludosi e salmastri, nonchè una fauna stanziale e migratoria: germani reali, alzavole, aironi cenerini.
Il centro turistico di Lido Marini, essendo prettamente estivo comincia ad essere frequentato solo dal mese di maggio, quando sono aperte le sue attività commerciali.
Sono presenti negozi di alimentari, pescherie, negozi sportivi e di abbigliamento, edicole, bar, pizzerie, ristoranti, stabilimenti balneari.

Ugento
La sua origine si perde nella notte dei tempi. Fulgida testimonianza di ciò è data dai reperti archeologici di origine preistorica rinvenuti nella zona, tra cui i Menhir: monumenti megalitici, legati a pratiche religiose e a culti in onore del sole costituiti da snelli e splendenti pilastri monolitici conficcati direttamente nel terreno.
Due esemplari possono essere ammirati, ancora oggi, nella periferia dell' abitato della frazione di Gemini e nella masseria di Terenzano.
Degni di nota sono anche i Dolmen, monumenti funebri, tali monumenti sepolcrali andarono irrimediabilmente distrutti in conseguenza dello smacchiamento della zona da parte di ignari contadini.

Intorno al 1500-1000 a. C. si insediarono nella zona i Messapi; segno indelebile di tale insediamento sono le importanti "Mura Messapiche" il cui perimetro misurava circa 4900 Km, con una superfice urbana di circa 145 Ha; lo spessore, ancora oggi visibile in alcuni tratti, misurava circa tra i 6 e gli 8 metri e risultano costruite con l' impiego di grandi massi squadrati e ben assestati.
Si è potuto inoltre stabilire, con un rilevante grado di certezza, che per tutto lo sviluppo delle mura si potevano contare numerose torri.
La città mantenne una posizione di rilievo anche sotto l'ordinamento romano (latino: Uxentum); fu poi conquistata dai Goti, dai Longobardi e dai Saraceni. Passò quindi ai Normanni. Dal 1398 al 1806, data di soppressione della feudalità, fu via via retta dagli Orsini del Balzo, dagli Artus, dai della Ratta, dai d'Aquino. Dopo essere stata devastata dai Turchi, riconquistò importanza sotto i Pandone, i Vaaz ed ultimamente i d'Amore.
La maggior parte dei suoi monumenti è stata rimaneggiata nel XVIII secolo. Notevoli il palazzo vescovile, la Cattedrale dedicata all' Assunta, il castello.
Sulla serra delle Fontane, fuori del paese, vi è l'antico tempio basiliano di Santa Maria del Casale (XII sec.) che conserva pregevoli affreschi duecenteschi.

Salve
Il nome della citta' esprime un saluto, ed al tempo stesso un allettante invito, a visitare le bellezze del luogo, a conoscere l'affascinante storia della sua civilta' e l'inebriante vitalita' delle localita' balneari.
I primi insediamenti umani nel territorio di Salve risalgono a circa 60.000 anni fa. Lo testimoniano i rinvenimenti di raschiatoi, limace, punte e frammenti ossei di Grotta Montani. Il villaggio messapico della "Chiusa" presso la Masseria del Fano, oggetto di una campagna di scavi da parte di un'equipe di archeologi australiani dell'Università di Sydney, fu abitato dal 1440 a.C. al 470 a.C., mentre quello protoappenninico di Spigolizzi, situato nei pressi delle masserie "Spigolizzi" e "Profichi" risale al periodo del Bronzo Medio (XVI-XV sec. a.C.).
La citta' di Salve fu fondata, secondo la leggenda, dal centurione romano Salvius nel 267 a.C. Successivamente si ingrandi' in seguito alla distruzione di due antichi casali che sorgevano nelle immediate vicinanze.
Nel XV sec per difendersi dagli attacchi dei Turchi, i salvesi costruirono un piccolo ma ben munito Fortilizio, grazie al quale resistettero valorosamente agli assalti dei corsari barbareschi. E' in questo periodo che le autorita' spagnole decisero di iniziare la costruzione delle torri costiere. Quella posta in territorio di Salve, la Torre dei Pali, fu ultimata nel 1563.
Costruita su uno scoglio isolato, circondato dall'acqua, ad una ventina di metri dalla riva, questa torre era unita alla terraferma da uno stretto ponte in muratura.